Le nostre filiere alimentari

Più seguiti, più controllati, più genuini

Tutte le filiere hanno lo scopo di valorizzare il prodotto italiano, distinguendo le produzioni di alta qualità dalle altre, questo grazie all’intervento dell’azienda che offre all’ agricoltore il corretto indirizzo produttivo a seconda della zona geografica di produzione, in base alle caratteristiche pedo-climatiche in cui si trova ad operare e coltivare.

Seguire un prodotto, passo dopo passo, in ogni attimo dalla sua creazione fino alla distribuzione significa sapere tutto su ciò che mangiamo. Da sempre il Gruppo Tulli Cereal Culture ha stretto collaborazioni e accordi con tutti gli attori della filiera, dai laboratori di ricerca alle industrie fino agli agricoltori, per poter garantire ai propri clienti la massima trasparenza del suo prodotto. Tutti coloro che partecipano ai progetti di filiera traggono grandi vantaggi nel far parte di questo sistema produttivo: la massima condivisione, la garanzia sul rispetto di parametri igienco-sanitari, l’identificazione di ogni partecipante, prontezza di intervento in caso di criticità, maggiori possibilità di ottenere certificazioni di qualità e nuove prospettive di collaborazione.

Inoltre, i vantaggi della filiera coinvolgono il consumatore finale poiché conoscere perfettamente ogni step produttivo significa avere un prodotto finale sempre tracciabile, controllato e garantito. Secondo questi principi, Tulli Cereal Culture ha creato ben quattro filiere alimentari: la filiera del grano tenero e del grano duro, la filiera del grano tenero biscottiero, la filiera del biologico e la filiera del pomodoro destinato alle industrie.

Per entrare a far parte di una delle nostre filiere bisogna seguire tassativamente i protocolli per la Coltivazione Certificata.

logo filiera
logo filiera
logo filiera
logo filiera

1. Analisi e selezione della genetica

Un prodotto delle nostre filiere alimentari nasce dopo un attento incrocio tra le varie qualità di semi italiani.

Analisi qualitative costanti permettono di individuare la migliore combinazione strutturale in termini di qualità organolettiche, richiesta del mercato, efficienza nell’utilizzo di acqua e azoto, resistenza ad agenti patogeni, caratteristiche qualitative delle principali componenti del seme e caratteristiche fisiologiche della pianta.
analisi-genetica

2. Selezione e controllo del seme

Un prodotto delle nostre filiere viene controllato seme per seme.

Con la selezione e la separazione si ottiene il miglioramento della specie offrendo garanzie e certezze sul raccolto. Infine i macchinari utilizzati permettono di monitorare e calibrare i trattamenti destinati ai semi, mantenendone intatte le qualità.
controllo-seme

3. Selezione e controllo del terreno

I prodotti delle nostre filiere crescono solo nei migliori terreni.

Un team di agronomi altamente specializzati esegue campionamenti, analizza preventivamente e seleziona il terreno di semina in base alle necessità del seme. Questo permette di offrire garanzie sul raccolto, sulla limitazione dell’uso di fitofarmaci o di interventi successivi alla semina, e che il risultato finale sia un prodotto dalle spiccate qualità organolettiche.
selezione-terreno

4. Controllo della semina

Un prodotto delle nostre filiere trova sempre la giusta posizione.

La preparazione del letto di semina è una fase delicata che influenza gran parte del ciclo di coltura: grazie a numerosi studi effettuati, sono state create procedure su misura che garantiscono una maggiore germinazione del seme, diminuendo il tempo di coltura e massimizzando il potenziale di rendimento del raccolto.
controllo-semina

5. Controllo della crescita

Un prodotto delle nostre filiere non viene mai lasciato solo.

Controlli, sopralluoghi, campionamenti e analisi costanti, interventi immediati in caso di emergenze, tutti effettuati secondo il Protocollo di Coltivazione: sono particolari che fanno la differenza sotto ogni aspetto. Gli esperti collaborano costantemente con gli agricoltori per ottenere sempre il meglio, intervenendo il meno possibile sul ciclo naturale del prodotto.
controllo-crescita

6. Controllo della raccolta

Un prodotto delle nostre filiere non viene raccolto ma “accolto”.

Analisi di laboratorio e un’attenta osservazione permettono di scegliere il momento più appropriato per la raccolta del prodotto, garantendone così alta qualità, con una presenza minima di micotossine. Questo permette di consegnare agli esperti dello stoccaggio, un prodotto che non deve subire eccessive lavorazioni e, quindi, più salubre e genuino.
controllo-raccolta

7. Controllo dello stoccaggio

Un prodotto delle nostre filiere riposa prima di essere lavorato.

Dopo aver definito i lotti, i prodotti in ingresso vengono stoccati in base alle caratteristiche organolettiche e vengono eseguite tutte le analisi necessarie per stabilirne la destinazione e il suo mantenimento ideale.
controllo-stoccaggio

8. Analisi delle aziende produttrici

Un prodotto delle nostre filiere arriva solo nelle migliori aziende.

Per acquisire il marchio di qualità delle nostre filiere alimentari occorre che l’azienda produttrice dimostri di rispettare i parametri di produzione imposti dal regolamento. La commissione decide sulla compatibilità del marchio con il prodotto immesso sul mercato per evitare discordanze e dare le migliori garanzie di sicurezza, qualità e genuinità che il Made in Italy garantisce.
analisi-aziende-produttrici

9. Controllo della lavorazione

Un prodotto delle nostre filiere dà sempre e solo il meglio di sé.

Selezioniamo le migliori aziende per la lavorazione delle materie prime, in base ad altissimi standard di igiene, sicurezza e operatività; effettuiamo costanti e rigorosi controlli affinché il prodotto in uscita mantenga le stesse caratteristiche organolettiche di quello in entrata. Questa fase è fondamentale per tutelare il consumatore finale.
controllo-lavorazione